Gli orti sociali del Parco si aprono ai giovani e alle famiglie

Con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento da 1/1/2019 gli orti sociali si aprono ai giovani, alle famiglie, alle Associazioni.copyright Franco Ferrarini

Tutti possono fare domanda per ottenere un orto da coltivare, ma alla fine del contratto (6 anni rinnovabile una volta soltanto) non è possibile continuare la coltivazione – a meno che non sia abbia nel frattempo compiuto i 70 anni) e si deve lasciare ad altri l’orto assegnato.

Perchè coltivare un orto? Perchè a essere coltivate non sono solo le verdure, ma anche le relazioni e il senso di comunità. Mediante la coltivazione degli orti il Parco promuove la partecipazione e l’aggregazione, favorisce lo sviluppo del senso di responsabilità e del “prendersi cura”, facilita lo scambio delle conoscenze e delle competenze in un clima di convivialità.

Se vuoi saperne di più scarica il Regolamento degli Orti.

Il bando per potersi iscrivere è sempre aperto. Se vuoi avviare la procedura di iscrizione (costo 10€), digita qu
i