La Natura del Parco

Il Parco si estende su una superficie di circa 6040 ettari, dei quali la maggior parte occupati da prati con fasce alberate, boschetti, specchi e corsi d’acqua ed aree agricole.

Tra le aree di maggiore interesse ecologico – naturalistico si segnalano:

  • un’area boscata di circa 100 ettari di estensione con individui arborei che hanno raggiunto buone dimensioni e una cospicua rigenerazione di alberi nati spontaneamente, localizzata nel settore nord-orientale dell’area protetta;
  • il Boschetto GEV, localizzato tra la Cascina sede del Parco ed il campo volo di Bresso;
  • il sistema dei laghetti: aree umide di diverse dimensioni situate nelle varie zone del parco. I loro nomi rispecchiano la località in cui si trovano (Laghetto Cinisello, Niguarda, Bruzzano, Fulvio Testi, Bresso);
  • il campo volo di Bresso noto per le sue grandi estensioni di prato a maggese non accessibili dal pubblico;
  • il parco privato di Villa Manzoni a Cormano, con presenza di alberi secolari e numerose specie di flora nemorale nonché faunistiche;
  • il fiume Seveso, con relativa vegetazione ripariale, la cui importanza è legata all’avifauna, alla flora nemorale e al ruolo di corridoio ecologico per le specie terrestri;.
  • il Parco della Balossa: diventato parte integrante del Parco Nord Milano, è un’estesa area ancora prevalentemente dedicata all’agricoltura, area di sosta e riproduzione di molti uccelli migratori.

In caso di avvistamenti di animali potete segnalarceli usando questo CONTATTO