Natura del parco

Il Parco si estende su una superficie di circa 600 ettari, dei quali la maggior parte occupati da prati con fasce alberate, boschetti, specchi e corsi d’acqua ed aree agricole.

Tra le aree di maggiore interesse ecologico – naturalistico si segnalano:

  • un’area boscata di circa 100 ettari di estensione con individui arborei che hanno raggiunto un buon livello di maturità, localizzata nel settore nord-orientale dell’area protetta;
  • il Boschetto GEV, localizzato tra la Cascina sede del Parco ed il campo volo di Bresso;
  • piccoli specchi d’acqua con vegetazione ripariale naturale, quali i laghetti presso viale Fulvio Testi/viale Suzzani e i laghetti di Bresso;
  • il campo volo di Bresso noto per le sue grandi estensioni di prato a maggese non accessibili dal pubblico;
  • il parco privato di Villa Manzoni a Cormano, con presenza di alberi secolari e numerose specie di flora nemorale nonché faunistiche;
  • il fiume Seveso, con relativa vegetazione ripariale, la cui importanza è legata all’avifauna, alla flora nemorale e al ruolo di corridoio ecologico per le specie terrestri;.
  • l’area agricola nella zona denominata “salto del gatto” nell’angolo sud – orientale del parco;

Qualsiasi persona può iscriversi alla piattaforma di citizen science iNaturalist, un’app che aiuta i cittadini a conoscere e ad identificare nuove specie animali e vegetali. In questo modo chiunque può connettersi ad una comunità di oltre 400.000 scienziati di tutto il mondo e, grazie alla registrazione e alla condivisione di osservazioni, fornire dati di qualità che possono aiutare biologi e naturalisti allo studio e alla conservazione della biodiversità. Aderendo al progetto “Parco Nord Milano” su iNaturalist, i cittadini potranno contribuire ad incrementare il numero di osservazioni e ad una migliore conoscenza delle specie presenti nel parco.

In caso di avvistamenti di animali potete segnalarceli usando questo CONTATTO