Ripartenza! Continua il programma di riapertura di spazi e servizi

Pubblicata l’Ordinanza del Direttore nr 5/2020 il Parco continua con il suo programma di riapertura delle attività, con prudenza e con senso di responsabilità. La stessa che chiediamo ai tanti frequentatori che si sono riversati nelle aree verdi, da Niguarda a Cinisello, da Cormano e Bresso, alla Bicocca.

Non si vuole tornare senza criterio ad una normalità che sarà diversa da quella che conoscevamo. Ma da oggi è possibile tornare al Parco non solo per fare sport o una attività motoria, anche senza un motivo particolare. Si possono usare i prati e prendere il sole, ma senza assembramenti. L‘importante è mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro e portare la mascherina.

Alcune altre attrezzature ad uso ricreativo, sportivo e di ristorazione possono riaprire, ma i gestori devono prima sottoscrivere specifici protocolli di sicurezza: così per il chiosco di Niguarda, il Velodromo, le postazioni di ristorazione mobile, l’Apiario, l’Ortocomune. I nuclei ortivi continueranno a rimanere aperti solo per il tempo strettamente necessario alle pratiche orticole, secondo la regola dell’alternanza dei giorni pari e dispari e della mattina o pomeriggio a seconda che si conduca una parcella con numero pari o dispari e con la lettera a) o b).

Ma non riapre tutto: ad esempio, al fine di tutelare i fruitori non del Parco e non potendo nell’immediato adempiere a quanto disposto dall’allegato 8 del DPCM del 17 Maggio 2020 in tema di sanificazione continuo e di controllo restano ancora chiuse:
• le aree giochi per i bambini.
• i campi bocce.
• i bagni autopulenti.
• i Percorsi vita.
I tavoli sono utilizzabili individualmente, le panchine fino ad un massimo di due persone.
Restano altresì sospese tutte le attività culturali, educative e ricreative organizzate, le visite guidate.

Per favorire la mobilità dolce nei tragitti si deroga parzialmente alle previsioni dell’articolo 15 del regolamento d’uso, consentendo il transito sulle piste ciclabili di monopattini e altri dispositivi di micro mobilità elettrica, con il limite massimo di velocità fissato in 15 km / orari.
Le misure sopra elencate saranno in vigore dal 18 al 2 Giugno, salvo diverse disposizioni legislative.