AREA Parchi premiata all’EarthPrize International 2020

Lo scorso weekend si è tenuto a Luino l’EarthPrize 2020, il premio promosso dalla Rete Weec dedicato all’educazione ambientale ed al paesaggio.

Durante quest’edizione oltre alle nomination italiane ed internazionali è stato dedicato uno spazio speciale alle esperienze di educazione ambientale realizzate durante il lockdown.

Anche AREA Parchi è stata chiamata a portare la testimonianza delle aree protette lombarde, che hanno promosso e dato vita all’evento “Bioblitz Lombardia da Casa Mia” svoltosi in maniera virtuale il 16 e 17 Maggio 2020.

Le premiazioni quest’anno, adattandosi al particolare momento storico che stiamo vivendo, si è svolto sia in presenza che online, permettendo un’ampia partecipazione. La diretta e i contributi multimediali sono disponibili sulla pagina Facebook dell’EarthPrize Intenational.

Durante la giornata di Sabato 10 Ottobre è intervenuto Tomaso Colombo, Responsabile di AREA Parchi, per presentare le iniziative ed i progetti del Sistema delle Aree Protette di Regione Lombardia, che operano in sinergia per la salvaguardia della biodiversità e per promuovere l’educazione ambientale all’interno del territorio lombardo.

AREA Parchi promuove la biodiversità partendo in primo luogo dai percorsi scolastici, attraverso l’attuazione di progetti con le scuole. Collabora con plessi scolastici di tutta la Lombardia, attraverso proposte di educazione ambientale che coinvolgono le aree protette. I programmi si concludono poi con la partecipazione ad un concorso didattico (quest’anno “Semi, Ambasciatori di Biodiversità”).

Oltre all’ambito scolastico è presente anche un vasto pubblico esterno a cui potersi rivolgere; AREA Parchi ha dunque sviluppato il tema dei progetti per le famiglie, in particolare il tema del Bioblitz.

Quest’anno in particolare si è svolto il “Bioblitz Lombardia da Casa mia “, progetto nominato per l’EarthPrize International 2020.

Dal 2016 la Regione Lombardia organizza il Bioblitz delle aree protette lombarde, con il supporto operativo di Area Parchi. Quest’anno l’iniziativa si è sdoppiata ed è stato ideato un evento virtuale, il “Bioblitz Lombardia da casa mia” svoltosi il 16 e 17 Maggio 2020, durante il quale i cittadini hanno postato foto e/o suoni di specie viste durante la quarantena da casa o nelle immediate vicinanze, attraverso l’utilizzo della piattaforma iNaturalist.

 

Nell’ottica di una scienza dei cittadini i dati raccolti attraverso le osservazioni audio video effettuate in ambiente possono costituire un patrimonio importante per veicolare un messaggio di riconnessione con la natura e per migliorare le conoscenze naturalistiche di un vasto pubblico, contribuendo alla diffusione di un sapere scientifico allargato e più preciso. Inoltre questa iniziativa di Citizen Scienze virtuale ha permesso di dare voce e visibilità alle aree protette anche in un momento di impossibilità di fruizione diretta dei loro territori.

Quest’anno inoltre il Sistema della Aree Protette Lombarde ha collaborato con l’Osservatorio Regionale per la Biodiversità, invitando i cittadini a segnalare le specie alloctone che individuavano all’interno dei parchi: un bellissimo esempio di collaborazione istituzionale e di come i cittadini possano aiutare a costruire un sapere che la comunità scientifica possa poi validare.

Non sono poi da dimenticare i progetti rivolti ai giovani, in particolare il Servizio Civile, che coinvolge una decina di aree protette, all’interno delle quali i ragazzi operano in diversi settori e si impegnano in prima persona nella salvaguardia dell’ambiente naturale. Un altro importante momento di sinergia è la Giornata di Custodia dei Parchi, che coinvolge il mondo del volontariato nella tutale ambientale.

Inoltre sono centrali i progetti di formazione per operatori per veicolare i messaggi dell’educazione ambientale. AREA Parchi è stata partner del progetto Erasmus + ETRES che ha permesso la realizzazione di una piattaforma online di materiali formativi legati al tema della transizione ecologica; inoltre promuove un corso per educatori ambientali in collaborazione con la Cooperativa Alboran. Ogni anno ha poi luogo il Workshop delle Aree Protette, durante il quale gli operatori dei Parchi si riuniscono per un momento di formazione permanente e condivisa.

AREA Parchi ringrazia la Rete WEEC e gli organizzatori dell’EarthPrize 2020 per la nomination e per aver dato la possibilità di dare voce alle attività delle aree protette della nostra Regione, che anche durante i difficili mesi appena trascorsi hanno continuato nel loro compito di difesa e protezione del territorio e di divulgazione della cultura e dell’educazione ambientale.