Festa del Parco: in Cascina e fuori un weekend speciale

Scritto da Alessandro Ranieri    Giovedì 22 Giugno 2017 10:39

La Festa del Parco di Sabato 17 e Domenica 18 Giugno si è è svolta all’insegna dello sport, della cultura e dell’associazionismo.

 

Inconsueta la vista del prato appena entrati in Cascina: grazie alla collaborazione preziosa della Consulta la due giorni di Festa è stata animata da 6 associazioni presenti con propri rappresentanti e con proprio materiale e ha visto protagonisti i bambini che si sono divertiti prima con l’animazione dei giocolieri e poi con i bolidi a pedali di DateciPista e i palloni di Rugby Nord Milano. Oltre alle associazioni appena citate anche Amici del Parco, OrtoComune Niguarda, Legambiente Cinisello, B.A.M. Bresso, A.S.D. Bresso 4Gruppo Caritas Cassago, Genitori Liceo Casiraghi e Gruppo Cinofilo Cinisellese -che ha intrattenuto i presenti in un momento di conduzione canina- hanno promosso il proprio materiale informativo e le proprie iniziative.

Un fine settimana ricco di attività e proposte culturali: la partecipazione di Shambala Shiatsu, i laboratori della Cooperativa Koinè e le diverse mostre didattiche e artistiche come Animali vs Supereroi di Associazione Idea, che da Marzo intrattiene e diverte centinaia di adulti e bambini, la mostra sugli Anfibi del Parco a cura delle GEV e infine Via d’uscita del Laboratorio Artemisia che ha dato un tocco d’arte e di colore alla Festa con l’esposizione di alcune tele realizzate dai ragazzi e le ragazze del carcere di Bollate protagoniste del progetto. Una splendida esperienza di educazione artistica e pratica di libertà.

 

Attività per bambini, diffusione di cultura e tanta musica: il Sabato ha visto la cascina armonizzarsi sulle note jazz di Davide Iaboli e sulle cover del gruppone vocale Safe and Sound oltre che una particolare sintonizzazione su frequenze misteriose nella passeggiata a lume di candela tra le vie buie del Parco guidata dalla storica e scrittrice Jennifer Radulovic, che he condotto i partecipanti nell’atmosfera delle storie gotiche dell’800.

La Domenica, apertasi “in corsa” con la 10 km del Parco, si conclude invece a Liverpool: dopo l’improvvisazione musicale dei Louis and the Park band casse e microfono passano ai Fools on the hill, Beatles cover band il cui nome riprende uno splendido pezzo del ‘67 scritto da Paul McCartney. La voce di Francesca e i celebri versi degli autori hanno emozionato e coinvolto il pubblico di Cascina Centro Parco in modo speciale…

 

Un finale davvero brillante preceduto da un momento di informazione particolare: la conversazione tra Francesco Borella, progettista e primo artefice del Parco accolto dal pubblico con estremo affetto, e Riccardo Gini, attuale direttore: l’intervista, curata da Antonella Andretta e Nicoletta Toffano, ha raccontato la storia del Parco ed espresso il consolidamento delle sue potenzialità. E’ Borella a ricordare la meno recente storia del Parco Nord attraverso la narrazione della sua nascita, dell’appassionata partecipazione della cittadinanza (ancora oggi le GEV sono una sicurezza per il controllo del territorio) e dei promotori del progetto, sottolineandone l’alto valore di raccordo e armonizzazione tra realtà periurbane e la grande opera di rigenerazione ambientale all’interno di una vasta area industriale.

Un’esperienza che ha segnato profondamente la salvezza e la crescita di un territorio e che ha continuato a svilupparsi sotto la direzione di Riccardo Gini, secondo cui il Parco è ancora una risorsa essenziale in grado di regalare emozioni, cultura e biodiversità, un bene prezioso da custodire e tutelare, una realtà verde che rappresenta una virtù vitale per Milano città metropolitana.

Si conclude con i saluti e i ringraziamenti una Festa ricca e partecipata: il Parco e le sue persone guardano già ai prossimi eventi..a settembre e al tradizionale Festival della Biodivesità.