Riunione ortisti via Faiti 2015

Il giorno 02 Dicembre 2015 presso il Parco Nord Milano alla cascina centro parco, si è tenuta la riunione degli ortisti di via Faiti.
L’argomento d’introduzione dell’assemblea è la possibilità di apportare delle modifiche al regolamento degli orti, che oramai dopo 20 anni non è più adatto a gestire il gran numero di ortisti raggiunto. Chiediamo ai partecipanti alla riunione quali sono gli aspetti che andrebbero cambiati secondo la loro esperienza diretta.

L’idea del Parco è di incentivare una maggiore autogestione così da ridurre il più possibile la burocrazia. Si è pensato come primo passo verso questa direzione, di eleggere un maggior numero di referenti così da evitare eventuali favoritismi e di affidare loro più responsabilità. Sottolineiamo il fatto che il Parco sarà sempre a capo della gestione vi accompagnerà nel percorso.
Un’altra proposta che è emersa è la possibilità di creare una cassa comune, magari aumentando, anche di poco, la tariffa di pagamento degli orti.

Durante l’assemblea voi ortisti ci avete comunicato quali sono i problemi da voi riscontrati, come per esempio la gestione delle ramaglie più grossolane da mettere nel compost e a questo proposito ci si è resi conto che sarebbe necessaria più collaborazione da parte di tutti.
E’ stata inoltre esposta una rilevante preoccupazione riguardante la sicurezza: più di una persona ha subito furti, anche di rilevante entità; sicuramente quest’ultimo problema non è facilmente risolvibile, la vigilanza infatti fa quello che può per sorvegliare l’itero territorio del Parco, la nuova passerella e l’aumento del numero delle GEV sicuramente aiuteranno a migliorare la situazione, ma si è giunti comunque alla conclusione che voi ortisti, per primi, dovreste porre più attenzione, non solo per sé stessi ma anche per vicini di orto.

Nell’assemblea sono stati eletti i referenti:
SIMEONI ANTONIO,MORETTO E SALVATI.

Sono stati consegnati dei bigliettini con sopra riportati gli indirizzi mail di riferimento, così che il Parco possa ricevere e registrare i recapiti di posta elettronica degli ortisti, che serviranno per trasmettere le comunicazioni informali. Da quest’anno infatti, alcuni avvisi come per esempio la convocazione alle riunioni, saranno inviati via posta elettronica e non più attraverso lettera tradizionale.