Back on top

Vivibilità e cura dei luoghi del Parco: il Consigliere Gianfranco Galli

Proseguiamo a conoscere i componenti del Consiglio di Gestione del Parco. Questo mese vi presentiamo Gianfranco Galli, dirigente delle Professioni Sanitarie dell’ASST Nord Milano e docente nelle Scuole professionali per Operatori Socio Sanitari ed ASA, Consigliere del Parco da novembre 2020.

Come mai sei diventato Consigliere del Parco Nord Milano? Ho ricevuto la proposta di candidarmi come Consigliere del Parco dal Sindaco di Cinisello Balsamo, il quale mi ha proposto considerando il mio interesse per il Parco Nord Milano. Interesse coltivato nel corso degli anni durante i quali ho vissuto il Parco con lunghe passeggiate ammirando la bellezza della natura.
Non appena ho ricevuto la proposta, non ho esitato ad aderire perché voglio dare il mio contributo al Parco.

Quali sono i temi che più ti stanno a cuore e sui quali vuoi lavorare durante la tua esperienza di Consigliere? I temi che sento vicini sono la vivibilità del Parco e la sua cura. Sono convinto che sia necessario aumentare la consapevolezza dei cittadini circa i luoghi del parco e lo sforzo che ogni giorno operai, tecnici, dirigenti e volontari svolgono per renderli confortevoli, belli, puliti e sicuri. Mi piacerebbe che la comunità che vive il parco sia sensibilizzata nel prendersi cura del proprio territorio. Il Parco Nord Milano  è un patrimonio di tutti e come tale va salvaguardato e valorizzato.

Quale contributo pensi di poter portare grazie alle tue esperienze professionali? La mia esperienza professionale è nella gestione e nella programmazione del lavoro delle persone, unitamente al prendersi cura dell’altro. Sono queste le capacità che voglio portare come contributo nella gestione del Parco.

Cosa è cambiato adesso che sei Consigliere? Come vivi il tuo ruolo all’interno del Parco Nord Milano? Ho sempre vissuto il Parco come luogo per rilassarmi ed evadere, attraverso lunghe passeggiate, ammirando i colori della natura nelle varie stagioni. Oggi che sono Consigliere lo vivo con partecipazione ed interesse, con la consapevolezza che dietro la vita del Parco, vi sono persone che programmano e curano il Parco stesso.

Una cosa che vuoi realizzare nel corso di questo mandato? Non ho un obiettivo specifico che voglio realizzare, ma il Consiglio di Gestione del Parco è un momento ricco di stimoli che mi permettono di interessarmi di volta in volta ai vari progetti ai quali cerco di dare il mio contributo e di partecipare in maniera attiva.